Questo sito utilizza cookies tecnici propri o di terze parti. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Non utilizza cookies di profilazione.

Obiettivi

In considerazione della normativa nazionale, con la quale si è disciplinato il conferimento alle Regioni e agli enti locali di funzioni e compiti in materia di decentramento del mercato del lavoro (art.1, L. n.59 del 15/03/1997 e succ. D.lgs n.469/97), alle Regioni è stata delegata la materia dell'organizzazione dei servizi regionali per l'impiego, tra i quali il “Sistema Informativo Regionale”, la cui gestione deve essere in linea con i principi di “unitarietà” di “decentramento funzionale” e con le rispettive funzioni di indirizzo e di coordinamento centrali in capo al Ministero del Lavoro.  Il Sistema Informativo Lavoro, normato e ridefinito nell’Accordo Stato – Regioni dell’11 luglio 2002, concernente “Linee Guida per rendere operativo in tempi brevi il Sistema Informativo Lavoro” e nei vari confronti interministeriali, concepito quale piattaforma tecnologica predisposta secondo un sistema federato, si compone di un insieme di strutture organizzative, di risorse hardware , software e di reti integrate che si avvalgono dei servizi di interoperabilità e delle architetture di cooperazione applicativa previste dal piano di rete della Pubblica Amministrazione e che si snoda attraverso apparati autonomi composti da coordinatori regionali, nodi provinciali e sub provinciali. Il Ministero del Lavoro, le regioni, gli enti locali, i soggetti autorizzati alla mediazione tra domanda- offerta di lavoro hanno l’obbligo di connessione e di scambio dei dati attraverso il SIL con l’obbligo di garantire “l’omogeneità degli standard informativi”. Il SIL rappresenta uno strumento fondamentale per far “colloquiare” tutti i soggetti del mercato del lavoro assicurando una rete di servizi per i livelli essenziali delle prestazioni attraverso il meccanismo della gestione amministrativa coordinata.

La Regione Molise ha recepito le disposizioni in materia attraverso la legge regionale n.27/’99 “Organizzazione delle politiche regionali del Lavoro e del Sistema regionale dei Servizi per il Lavoro” nella quale si dichiarano le funzioni e attività dell’Agenzia Molise Lavoro (ARML), individuando tra i compiti da svolgere il collegamento del SIL e la gestione delle banche dati dei Servizi per il Lavoro, quali basi di informazioni e dati, garantendo l’articolazione e l’adeguamento delle attività sui rispettivi sistemi provinciali, l’omogeneità delle procedure nella elaborazione e trasmissione dei dati che vi confluiscono, come base informativa per lo studio delle dinamiche locali del Mercato del Lavoro. Le attività avviate attraverso il SIL si esplicano in una logica di offerta dei servizi in materia di politiche attive e passive del lavoro, di supporto alla programmazione regionale, di realizzazione della rete integrata facente capo al nodo regionale il quale, attraverso la dorsale di cooperazione applicativa, andrà ad alimentare il Sistema Informativo Nazionale Unitario delle Politiche del Lavoro.

Attualmente il SILMOLISE è attivo con una struttura organizzativa autonoma che eroga i seguenti servizi :

  • Coordinatore Regionale

  • Sistema delle Comunicazioni Obbligatorie

  • Gestione del Prospetto Informativo Disabili

  • Realizzazione dei servizi per il Programma “Garanzia Giovani”

Quanto fino ad ora realizzato è un progetto “in progress” che va potenziato e rivisitato anche in vista della recente riorganizzazione della rete dei SPI di cui alla riforma del “ Job Act ”, per quanto concerne ulteriori servizi da erogare , sia sulla base della continua evoluzione degli standard tecnici nazionali , sia per lo sviluppo di applicativi di nuove funzionalità per la gestione di procedure amministrative di competenza regionale.

UFFICIO INDIRIZZO, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DEL SIL
[DA AR2-12 A AR2-14]
Responsabile: Anna Antonia Prencipe (Liv. D3)
Funzionario Amm.vo – Contab.